Semantica e Produzione documentale: due interessanti acquisti di Open Text

Negli ultimi mesi Open Text sembra aver accelerato la politica di crescita per acquisizione, con un occhio di riguardo al completamento della propria offerta dal punto di vista funzionale. Due acquisti in particolare appaiono destinati ad arricchire stabilmente ed in modo significativo la capacità complessiva di content management di Open Text: Nstein e Streamserve.

Nstein ha portato in dote a Open Text il proprio motore di text mining semantico, destinato a diventare elemento essenziale della "foundation" tecnologica del Content Server 2010 (vedi presentazione). Proprio la disponibilità nativa della ricerca semantica può essere in prospettiva il colpo d'ala capace di distaccare Open Text dai competitor diretti. Uno de limiti classici del content management è infatti il costo di "etichettare" i documenti per poterli poi ritrovare / navigare in modo efficiente: le tecnologie Nstein promettono di prendersi carico di questo ingrato compito, tirando fuori dai documenti molta più conoscenza e quindi valore.

Streamserve amplia l'offerta Open Text sulla "testa" e sulla "coda" del processo documentale, con soluzioni per produrre automaticamente documenti personalizzati e distribuirli su diversi canali (mobile, fax, mail ...). 

Storicamente Open Text non ha mai dato grande attenzione alla produzione documentale, collocandosi "a valle", per catturare / archiviare / classificare i documenti con strumenti di terze parti. L'acquisizione di Streamserve consente al content management di Open Text di risalire il processo di un bel tratto, diventando così interessante per società come le utilities telecom ed energetiche, che devono mensilmente produrre milioni di documenti personalizzati per i loro clienti: non più semplici "bollette" ma vere e proprie lettere attraverso cui rendicontare i servizi erogati, informare sulla qualità del servizio, proporre nuove formule contrattuali. A valle, Streamserve si occuperà di trasformare il documento perché possa arrivare al cliente sul canale preferito dal cliente stesso: sempre meno la casella delle lettere, sempre più il telefonino evoluto. Tra la testa e la coda, Open Text potrà proporre il proprio Content Server, per tutti i necessari passaggi di validazione, archiviazione e ricerca.

Con l'acquisizione di Streamserve, indirettamente Open Text rafforza anche la propria partnership con SAP, perché la versione per SAP del prodotto Streamserve si aggunge al già ampio catalogo di soluzioni Open Text di content management rivendute da SAP, col nome di SAP Document Presentment by Open Text.